Immagine 11

Sottosopra | evento poetico e multimediale

 

Un viaggio in 4 tappe nei misteri del mare e dell’acqua attraverso uno spettacolo multimediale (voce, animazioni, 8 megaschermi), scenografie visive, racconti e 3  laboratori esplorativi. SENSAZIONI D’ACQUA. Che cosa c’è sotto il mare? L’acqua ovatta l’udito, le sensazioni, i colori. Gli abissi così poco conosciuti affascinano gli uomini, sono la fonte di ispirazione di favole e leggende. Attraverso immagini, esperimenti e creazioni esploriamo come le sensazioni sott’acqua sono diverse. Il VENTAGLIO CAFFE diventa luogo di esperienze visive, sonore, tattili e di movimento per conoscere cosa c’è sotto il mare. I bambini sono accolti in gruppi di 50 e partecipano ad un laboratorio suddiviso in 4 tappe. Il percorso dura 90 minuti. Inizia con uno spettacolo di voce ed immagini seguito da tutti i ragazzi, che sono poi divisi in 3 gruppi. Ogni gruppo farà un percorso di tre laboratori di 20 minuti circa.

Il percorso in 4 tappe

1- Uno spettacolo visivo di 20 minuti
Otto grandi schermi diventano scenografia visiva. Una illustratrice realizza disegni e spunti visivi, che si sovrappongono ad immagini del mare, di animali acquatici, di fondali. Una voce narrante racconta storie ispirandosi alle immagini.

2- Laboratorio d’acqua
Dei contenitori trasparenti riempiti d’acqua permettono di sperimentare come l’acqua modifica le immagini, il tatto, i colori.

3- Movimenti d’acqua
Un laboratorio di movimento. I ragazzi compiono movimenti ispirati a quelli degli animali acquatici e si rivedono proiettati sui muri con un gioco di ombre.

4- Giochi di colore
I ragazzi realizzano animali acquatici ritagliati negli acetati trasparenti di diversi colori. Tutti gli animali vengono appesi a fili trasparenti, realizzando un mondo sospeso fatto di strati di acetati trasparenti su cui proiettare delle luci.

Team di progetto: Sarah Orlandi (ideazione, progettazione, montaggio), Amalia D’Aprile (attrice), Anna Pirolli (animazioni), Cristina Proserpio e Livia Bonetti (operatori laboratori).