PICT0077

Osserva l’arte | Analisi percettiva delle opere d’arte

Come un artista usa i suoi strumenti mostrandoci ciò che vuole che vediamo, suscitando in noi un’empatia sensoriale? I supporti didattici, progettati per accompagnare i bambini in una visita itinerante, si basano sulle leggi della percezione sensoriale: cosa mi arriva dall’opera d’arte? Cosa vuole farmi vedere, con che ordine? Come il cervello completa le informazioni dell’opera e costruisce uno spazio mentale tridimensionale?  In un percorso didattico che si svolge tutto in mostra, i ragazzi dotati di una valigetta a tracolla, sono guidati ad utilizzare gli strumenti didattici per imparare ad osservare l’opera d’arte, ad esaminarla “da vicino” e “da lontano”, a scoprirne il “senso nascosto”, a misurarsi con il “gioco delle illusioni”, a collegare “immagini e sensazioni tattili”.

La valigetta (con opportune modifiche) è stata adottata, fin dal primo modulo di progettazione nel 2003, per le mostre di:

1. GLI ANNI 80. Il trionfo della pittura da Schifano a Basquiat, Serrone della Villa Reale e Arengario di Monza, ottobre 2009– febbraio 2010

2. Pompeo Batoni, L’Europa delle Corti e il Grand Tour, Lucca Palazzo Ducale, dicembre 2008-marzo 2009

3. La Mostra “Pittura italiana nelle collezioni del museo Pushkin dal Cinquecento al Novecento” presso Il Palazzo della Ragione di Verona, 20 ottobre 2007-03 febbraio 2008

4. Musei Civici di Verona, mostre permanenti dal 2007

5. Mantegna e le arti a Verona 1450-1500, Palazzo della Gran Guardia, 16 settembre 2006 – 14 gennaio 2007.

6. Mostra Maestri della Scultura in legno, Castello Sforzesco, ottobre – gennaio 2006

7. Pinacoteca di Brera, Osserva l’arte, in uso dal 2003, tutt’ora operativo

Sarah Orlandi: concept didattico e dei singoli strumenti, progettazione Metodologia didattica, formazione e supervisione operatori.